Sapori del Cilento SENZA GLUTINE a IL NIDO

Siamo nel cuore del Cilento, io ho preso un treno all’ultimo minuto come al solito, Attilio mi è venuto a prendere in stazione per poi correre alle prove per i giochi del Palio delle Contrade.

Sono in pochi ma uniti, ognuno ha il suo ruolo ma si vede subito con quanta facilità e complicità si scambiano consigli, mosse utili per dimezzare il tempo, chiacchiere di vita quotidiana.

Così il tempo passa e non sentiamo l’esigenza di guardare l’orologio finché ad un certo punto lo stomaco non inizia a brontolare.

Sono le 23.30 di un qualunque giovedì ma tentiamo il tutto e per tutto al Nido.

Ci accolgono il pizzaiolo e uno dei camerieri in pausa, a braccia aperte, ridendo e scherzando come fossero appena le otto.

Prendiamo posto fuori.

Ci facciamo consigliare due primi e due secondi.

Tutti sempre molto disponibili, per ogni chiarimento.

Soprattutto per me, che non mi fido mai e faccio mille domande su contaminazioni, farine, pasta.

L’attesa per l’arrivo dei piatti è pochissima.

Io ho scelto una cena a base di pesce, mentre Attilio, che mangia così poco pesce da considerare un sacrilegio già solo che glielo si proponga, ha optato per piatti di terra.

La tagliata di tonno era talmente buona che è diventata uno degli argomenti principali quando iniziamo a parlare di cibo e di cene fuori.

Si è convinto anche lui, dopo il primo boccone, che valeva la pena dell’ assaggio.

Anzi, alla prima occasione, durante le vacanze di Pasqua di quest’anno, è voluto ritornare al Nido, per prenderla e mangiane una tutta lui!

Anche se di solito dividiamo tutto, questa volta abbiamo preso un primo senza glutine ed uno no.

Ho preso quindi un risotto ai frutti di mare.

La porzione era più che abbondante: ho riempito due volte il piatto e ne è avanzato ancora!

Ottima cottura e il sapore decisamente marcato e buonissimo.

Il misto di terra era molto buono, ma diciamo per noi due non un’ottima scelta. Abituati ormai ai salumi “metro 0” a portata di frigo e mangiati più che spesso, avremmo potuto prendere qualcosa di diverso, non quotidiano.

Quando siamo tornati ad Aprile abbiamo notato che i menù erano variati rispetto all’estate prima.

La scelta dei piatti da inserire segue le stagioni.

 

Così abbiamo diviso delle pennette asparagi e scampi.

Al dente proprio come piacciono a me!

(che poi, in realta, è la giusta cottura per la pasta senza glutine che scuoce facilmente)

L’antipasto di frutti di mare, molto gustoso.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto